Cattivi Odori al San Paolo

Ufficio StampaMunicipio, Politiche0 Comments

La questione dei cattivi odori al Quartiere San Paolo è un problema che ritorna ciclicamente ogni anno nel periodo estivo. Migliaia di cittadini (in particolare i residenti nella zona dell’Ospedale, zona San Gabriele e zona Cecilia) accusano quasi ogni sera cattivi odori talmente forti da causare nausee, vomito e altri disturbi. Il problema è quanto mai primario, dato che la zona è densamente abitata da bambini e anziani.

In particolare, quest’anno la problematica ha avuto una grande eco mediatica, anche per l’azione attiva della pagina facebook “La voce del San Paolo”.

Tale problematica è tra le mie priorità in questo periodo. Ecco gli sviluppi della stessa.

16 agosto 2019

Il 16 agosto i cittadini, insieme a comitati e associazioni del posto, hanno organizzato un sit-in in Piazza Europa per protestare contro i cattivi odori. Ho preso parte all’incontro insieme al Presidente Schingaro e alcuni consiglieri di Municipio.

Ecco la mia dichiarazione:

<<Con il Presidente Nicola Schingaro e il consigliere di maggioranza Andrea Caradonna abbiamo partecipato alla manifestazione Stop ai cattivi odori promossa dalla pagina Facebook La Voce del San Paolo.

La problematica affrontata è quanto mai REALE e ben vengano manifestazioni come quella di ieri dove poter continuare a tenere alta l’attenzione finché non si porrà fine una volta per tutte al disagio arrecato a tutti i cittadini del Quartiere San Paolo e della Zona Cecilia del Comune di Modugno.

Insieme a tutti i gruppi del Consiglio di Municipio non ci fermeremo un secondo per individuare responsabilità e utilizzare tutte le risorse in nostro possesso per affrontare la problematica nella maniera più seria possibile.>>

Per approfondimenti cliccare qui.

13 agosto 2019

Il Sindaco Antonio Decaro interviene sulla faccenda.

12 agosto 2019

Ho dato una mano agli attivisti di Generazione San Paolo per realizzare un questionario per la MAPPATURA DEL DISAGIO.

Clicca qui per accedere al questionario.

Ecco la mia dichiarazione:

<<Abbiamo già parlato qualche giorno fa della problematica che ancora affligge alcune zone del Quartiere San Paolo – Bari (in particolare Zona San Gabriele, Zona Ospedale e Nuovo San Paolo).

Noi come gruppo di maggioranza insieme al Presidente Schingaro non ci siamo fermati un attimo e stiamo dialogando costantemente con il Sindaco Antonio Decaro e l’assessore con delega all’ambiente Pietro Petruzzelli. Stiamo lavorando incessantemente per individuare responsabilità a provare a risolvere la problematica una volta per tutte.

Diffondo il questionario preparato da GENERAZIONE SAN PAOLO, gruppo di volontari impegnato nell’animazione territoriale del San Paolo. Il questionario si presta a essere un utile strumento al fine di creare una MAPPATURA DEL DISAGIO da presentare agli enti competenti.

Ti invito a diffondere il questionario il più possibile in modo da rendere efficace questa azione.>>

7 agosto 2019

Dopo le sollecitazioni inviate all’Assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli, c’è stata una nota urgente inviata alle autorità competenti.

Ecco la mia dichiarazione:

<<Sulla questione cattivi odori al Quartiere “San Paolo”

La questione cattivi odori al Quartiere San Paolo – Bari ha toccato un nuovo picco negativo nella notte del 5 agosto 2019, quando diversi residenti sono stati costretti a chiudere le finestre per l’aria irrespirabile. La causa di ciò è da attribuire a gas provenienti da una o più aziende della zona industriale di Modugno.

La situazione, già critica di per sé, diventa particolarmente gravosa considerando il caldo estivo di questi giorni e il fatto che le zone toccate dalla problematica sono demograficamente dense di bambini ed anziani.

Così come è accaduto per ogni altra problematica riguardante i quartieri del municipio 3, anche in questo caso il gruppo di maggioranza in maniera compatta, ricevute la varie segnalazioni, molte delle quali sulla pagina Facebook La voce del San Paolo, si è messo subito al lavoro per far sentire la propria voce, sempre a tutela e salvaguardia del cittadino e del territorio.

Grazie al sempre presente intervento del Presidente Nicola Schingaro sono stati interpellati il sindaco Antonio Decaro e l’Assessore con delega all’ambiente Pietro Petruzzelli.

Quest’ultimo ha dunque tempestivamente inoltrato una nota URGENTE all’ Arpa Puglia , al Comando Carabinieri Nucleo Tutela Ambiente di Bari, al Comando di Polizia Locale e al Comune di Modugno (Sindaco Nicola Magrone).

Continueremo su questa linea, finché non saranno chiare le responsabilità. Una volta individuate queste ultime, si provvederà a dare il via a un’azione efficace per provare a risolvere una volta per tutte la problematica.>>

Per approfondimenti cliccare qui.

2 agosto 2019

Sulla pagina facebook “La voce del San Paolo” esce un post con un’accusa aperta a tutta l’amministrazione comunale e di municipio sulla problematica.

Ecco la mia risposta:

<<Gentilissimo, grazie del messaggio. In qualità di cittadino del quartiere San Paolo di Bari non posso far altro che condividere la frustrazione su questo tema che, effettivamente, è già stato in passato sotto i riflettori e agli onori di cronaca e che ha visto nella notte appena trascorsa un nuovo e inquietante picco negativo.

In qualità di consigliere le posso garantire che il tema è stato sempre tra le priorità del gruppo di maggioranza e che già in diversi casi noi consiglieri ci siamo mobilitati per portare all’attenzione delle autorità competenti la questione. Ovviamente, e non dobbiamo prenderci in giro su questo, non esiste a questo problema una soluzione immediata: sebbene gli effetti del disastro sono alla portata di tutti, le cause che lo scatenano in realtà celano una situazione complessa che (ahimè!) non si può sbrigliare dall’oggi al domani.

Chiedo ai cittadini tutti di avere un po’ di pazienza e di non dubitare dell’interesse che hanno tutti i consiglieri di risolvere tale piaga che affligge il San Paolo. Penso che su questo tema specifico il Consiglio del Municipio 3 debba necessariamente essere compatto in modo da far valere i diritti e gli interessi del territorio e dei cittadini.

Aggiungo che un’amministrazione matura, come è quella di cui voglio far parte al Municipio, non possa limitarsi a segnalare alle autorità competenti la problematica ma debba necessariamente pensare azioni concrete per risolvere il problema. E, senza dubbio, mi impegnerò personalmente su questo fronte. Tra l’altro, è una linea già condivisa con il presidente Nicola Schingaro e tutta la maggioranza.

Inoltre, penso che sia anche importante comunicare le evoluzioni del problema e cercherò, per quanto possibile, di tenervi aggiornati sulle stesse.>>

Per approfondimenti cliccare qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *